Blog thumbnail

Ciclo irregolare: è colpa del cambio stagione?

Blog thumbnail

Non è necessario essere meteoropatici per accusare il cambio di stagione.

Negli ultimi anni il cambio di stagione sta poi avvenendo repentinamente: ieri eravamo in costume e infradito e oggi ci ritroviamo a passeggiare sotto la pioggia con in mano l’ombrello.

Questo cambiamento delle temperature e dell’umidità inevitabilmente si ripercuote sui nostri cicli circadiani, sul nostro umore e sul normale equilibrio fisiologico. In particolare, il cambio di stagione influisce anche sul ciclo mestruale. 

Molto spesso però la colpa non è solo del meteo e del cambio delle temperature, quanto delle nostre abitudini che cambiano in risposta agli stimoli esterni.

Durante periodi di particolare stress o debilitazione fisica, gli ormoni possono essere prodotti con tempistiche sbagliate, ciò provoca alterazione del normale ciclo ovarico con conseguente amenorrea o ritardo/assenza dell’ovulazione.

Attenzione che stress non fa per forza rima con lavoro. Per il nostro corpo anche la vacanza può essere stressante specie se condita con qualche bicchiere di chardonnay di troppo e poco sonno notturno. 

Oltre ai possibili ritardi del ciclo dovuti al passaggio da una stagione a un’altra, questo particolare momento può incidere sui sintomi della sindrome premestruale.

Molte donne infatti, dicono di percepire un complessivo aumento del dolore mestruale durante i cambi di stagione e specie durante il passaggio estate-autunno.

Dolori mestruali e cambio di stagione

Molte donne dicono anche di percepire un complessivo aumento del dolore mestruale durante i cambi di stagione e specie durante il passaggio estate-autunno.

Per dare sollievo a questa “amplificazione” del dolore si possono adottare alcune piccole strategie:

  1. Muoversi, fare attività fisica, anche blanda, ma farla. Il motivo è che le sostanze prodotte dal movimento rilassano le pareti dell’utero e contribuiscono a un complessivo senso di benessere.
  2. Mangiare bene e spesso. Invece di grandi pasti meglio piccoli spuntini che aiutano la regolarità intestinale e l’equilibrio energetico.
  3. Evitare il caffè e le bevande stimolanti che tendono a contrarre invece di rilassare.
  4. Introdurre nell’alimentazione cibi ricchi di magnesio come spinaci, fagioli, frutta a guscio e carciofi; questa sostanza infatti, aiuta a rilassare e a disinfiammare.

Come regolarizzare il ciclo con i rimedi naturali della Plants&Nature

Come sopravvivere ai dolori del ciclo mestruale? Facile, basta un antidolorifico!

E se invece, provassi a cambiare prospettiva e ad affidarti alla natura?

Ci sono erbe magnifiche (e anche buonissime) che alleviano i disturbi tipici di questo periodo che si trovano nelle tisane.

Le tisane sfruttano le proprietà curative delle piante al fine di calmare i dolori mestruali, alleviare il gonfiore e regalare una sensazione di relax e benessere generale, che può contribuire ad affrontare al meglio i giorni del ciclo.

La tisana ti.calma della Plants&Nature si caratterizza per la presenza di piante dalla ben nota azione calmante come l’Arancio e la Camomilla.

Questa tisana rappresenta un valido aiuto per svolgere una fisiologica azione distensiva ed aiuta a conciliare il riposo notturno.

SAPEVI CHE… 

La camomilla svolge un’azione rilassante e distensiva sui muscoli contratti; aiuta a integrare la giusta quantità di liquidi, contrasta la ritenzione idrica ed è ipoglicemizzante.

Come coadiuvante per contrastare i dolori mestruali, la camomilla può essere assunta anche sotto forma di olio essenziale da aggiungere al bagno caldo, preferibilmente prima di andare a dormire.

 

Le gocce di Ti. Aiuta Ciclo della Plants&Nature 

Estratto idroalcolico 100% naturale che aiuta a regolarizzare il flusso mestruale e contrastare i caratteristici
sintomi del ciclo mestruale.

È caratterizzato dall’Agnocasto che agisce sul sistema endocrino, regolarizzando e riducendo i sintomi e
dolori e dalla Calendula che regolarizza e lenisce dolori e crampi.

Per avere un ottimo beneficio è bene iniziare ad assumere 10 giorni prima dell’arrivo del ciclo 50 gocce al
giorno (in poca acqua tenendo il tutto per 10 secondi sotto la lingua); nel durante, se hai anche dolori forti,
puoi arrivare fino a 90 gocce per poi tornare a 50 gocce nei giorni finali e fino a due giorni dopo la fine della
mestruazione.

Se vuoi avere maggiori informazioni o una consulenza personalizzata puoi cercare il centro estetico
Plants&Nature più vicino a casa tua.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shopping cart

0

Nessun prodotto nel carrello.

Hit Enter to search or Esc key to close